Cornice Prisma in ottone opaco, rame, cromo, nero o bianco – Umbra Cornice per foto disegnata da Sung Wook Park per Umbra, disponibile in varie dimensioni: 10x10 cm, 10x15 cm, 13x18 cm, 20x25 cm e multifoto

Cornice Prisma in ottone opaco, rame, cromo, nero o bianco - Umbra

In questa recensione parleremo di Prisma, una cornice dal design innovativo disegnata da Sung Wook Park e distribuita in italia da Umbra. Si tratta di una cornice dal frame interamente in metallo e disponibile in vari colori: ottone opaco, nero, cromo, rame e bianco. Il modello da noi provato è quello in ottone opaco, che potete vedere nelle foto.

La foggia della cornice, oltre ad essere esteticamente gradevole, è piuttosto funzionale: Prisma può essere infatti sia montata a muro oppure appoggiata sul tavolo in due posizioni (verticale o orizzontale), consentendo così una discreta versatilità. Il kit di fissaggio per entrambe le soluzioni è incluso nella confezione ed ha lo stesso colore del frame.

Un altro aspetto indubbiamente positivo del prodotto è dato dal vetro di protezione, che non è in plastica come avviene per le cornici più economiche e quindi conferisce un’aspetto più raffinato alla cornice, rendendola qualitativamente migliore delle controparti. Sfortunatamente è proprio sul vetro che ho trovato gli unici difetti, sufficienti per non poter dare 5 stelle a un prodotto altrimenti più che soddisfacente: il vetro risulta infatti pieno di adesivi ed etichette di vario tipo che, a dispetto di quanto accade di solito, sono dotati di una colla tutt’altro che adeguata: il risultato è che, se si tenta di staccarli con modalità convenzionali – ovvero senza i prodotti appositi – il vetro resterà sporco di aloni adesivi e residui di carta: a noi è capitato proprio questo, come si può vedere dalle foto.

Fermo restando che non si tratta di una tragedia, in quanto il problema si può risolvere agevolmente con un pò di acquaragia o con uno spray anti-etichette, ci chiediamo come mai non sia possibile adottare una soluzione più adeguata per “etichettare” i materiali destinati all’esposizione: una buona soluzione potrebbe essere quella adottata dai principali dispositivi elettronici, che – anche nei modelli molto economici – utilizzano delle pellicole non adesive ed applicate a caldo, fatte apposta per non lasciare materiali residui sullo schermo e che anzi forniscono una utile protezione antigraffio durante il trasporto. Visto che le case produttrici di questi dispositivi non si sognerebbero mai di applicare delle etichette adesive sui display dei loro prodotti, non si comprende perché la stessa cura non possa essere utilizzata anche per il confezionamento degli articoli di arredamento di qualsivoglia tipo.

A parte questo piccolo appunto, il prodotto resta senza dubbio piuttosto valido: ne consigliamo quindi l’acquisto a chiunque sia disposto a spendere qualcosa in più rispetto alle alternative più economiche in cambio di una maggiore qualità.

  • Dimensioni disponibili: 10×10 cm, 10×15 cm, 13×18 cm, 20×25 cm e multifoto
  • Colori disponibili: ottone opaco, nero, cromo, rame, bianco
  • Corrispondenza Descrizione
  • Rapporto Qualità Prezzo
  • Longevità e Durabilità
  • Voto del Recensore
3.6
Sending
User Review
0 (0 votes)
Redazione

About Redazione

VanityFridge è una community di appassionati di domotica, arredamento, design e oggettistica di vario tipo e specializzati in recensioni di prodotti e articoli di consumo. Quasi tutti i redattori che scrivono per questo sito si trovano in classifica top #100 recensori di Amazon.

View all posts by Redazione →

Rispondi